Dove sta andando il Movimento Cinque Stelle?

GRILLO E CASALEGGIO

A detta di chi lo conosce personalmente Beppe Grillo é un uomo d’impeto, istintivo, “de panza” e non si fatica a crederlo, viste le performance di tutta una vita. É indignato ed arrabbiato per ottime ragioni ma sa solo tradurre questa rabbia in forme alla buona, grossolane e di facile presa. L’incontro con l’enigmatico Casaleggio ha evidentemente prodotto un’interessante alchimia in cui l’impeto di Grillo si fonde con gli ideali “visionari” di Casaleggio.

PLASMARE LA PROTESTA

Il più grande movimento di protesta che si sia visto in Italia negli ultimi vent’anni non é un movimento nato spontaneamente per le strade ma é una struttura ideata e plasmata da due milionari che ne detengono copyright e proprietà. Simpatizzanti ed attivisti del movimento possono aderire ad una struttura che appare aperta e libera finché non si vogliono toccare le linee guida dettate da Grillo e Casaleggio. In tal caso si vien messi alla porta ed espulsi: il più grande movimento di protesta italiano é una gabbia dorata le cui sbarre, disegnate e controllate esclusivamente da Grillo e Casaleggio, vengono accettate da chi vi entra senza poter mai acquisire il diritto di ridefinirle.

SOLDI

Non dubito che Grillo sia fondamentalmente animato da buone intenzioni ma é certo che non disdegna affatto di godere del tornaconto economico che deriva dal presiedere il M5S. Il rapporto tra Grillo e Casaleggio nasce con la creazione dei “Meetup Cinque Stelle” e la gestione di beppegrillo.it su cui Grillo guadagna legalmente dalla vendita di prodotti e pubblicità. La notorietà del sito cresce pari passo con la crescita del Movimento ed il rifiuto di comparire in tv e di rilasciare interviste obbliga a navigare su beppegrillo.it per avere notizie sul Movimento. Lo statuto dell’associazione dichiara chiaramente che il M5S esiste solo in base a beppegrillo.it. Un esempio su tutti: Movimentocinquestelle.it che apparentemente può esser scambiato per il sito ufficiale del M5S é in realtà una vetrina vuota che rimanda costantemente a beppegrillo.it. Da questo disegno se ne potrebbe quasi trarre la conclusione che il M5S sia un’enorme macchina promozionale atta solo ad alimentare le visite beppegrillo.it per cui poco importa cosa facciano il Movimento o Grillo: basta far parlare di sé ed attirar gente sul sito.

POTERE

Reggere le redini di un movimento politico, venir corteggiati da media, finanza, industria ed altri politici é già di per sé un appetibile tornaconto. Con il M5S Casaleggio guadagna in termini di fama e potere contrattuale gettando le basi per poter vendere il suo prodotto anche oltralpe. Grillo passa dall’essere “buffo rompicoglioni” a “Re”. Grillo e Casaleggio beneficiano del potere ottenuto dal M5S lasciando che sul sul patibolo stiano anonimi parlamentari M5S usa-e-getta.

TROPPO SUCCESSO

Grillo e Casaleggio hanno capito in tempo che in Italia si covava protesta e giocando d’anticipo nell’accaparrarsene una fetta non gli é parso vero di averla inglobata tutta! Il successo elettorale del M5S é stato più un peso che un vantaggio per Grillo, che dall’opposizione cui mirava si é trovato ad essere ai vertici del parlamento. Grillo ha fatto buon viso all’inaspettato successo elettorale ma ha portato avanti un totale ostruzionismo recitando il ruolo della vittima e dell’ “outsider” fino a stabilizzarsi definitivamente all’opposizione cui mirava fin dall’inizio.

LE PROVE DEI FATTI

Un pugno di persone scelte in maniera ombrosa, prive di qualsiasi esperienza politica e messe di punto in bianco tra le file del Parlamento, sulla carta possono sembrare semplici da controllare. 163 son troppe per sperare che funzioni, soprattutto se son chiamate fin da subito a lavorare attivamente ad alti livelli. Grillo lo sa e lo annuncia fin da subito (“Il 10% di voi tradirà”) sia per anticipare il colpo sia per coalizzare il fragile gruppo. Di fatto però il malumore interno si fa sentire fin da subito e la compattezza del gruppo inizia a vacillare. L’opinione pubblica inizia a conoscere i parlamentari M5S solo dopo le elezioni e ne resta alquanto delusa: attività parlamentare magra, gaffes continue, ridicole attenzioni su scontrini e conti al ristorante. Gli stessi principi cardine del M5S divengono velocemente un boomerang per il Movimento: dopo il “no” alle alleanze, il rifiuto di presenziare in tv lascia che questa possa dire ciò che gli pare sul M5S senza un vero contraddittorio. Dopo mesi di “rincorsa a Grillo” del quale era possibile solo riportare le frasi, ora viene commentata l’attività del M5S ed il pubblico televisivo, maggiore di quello di beppegrillo.it, s’informa sul M5S più attraverso la tv che non dal blog. I difetti del M5S esplodono giorno dopo giorno in faccia al pubblico.

FIDUCIA IN CALO OPPURE NO?

Vi sono voci contrastanti riguardo l’attuale fiducia degli italiani nel M5S, sia a livello di sondaggi statistici che di opinione generale. Personalmente ritengo che se le cose proseguissero come son andate avanti finora, in caso di nuove elezioni a breve il M5S potrebbe reggere ancora ma con una base elettorale molto inferiore (quasi dimezzata?). Al momento regge solo perché vive ancora del successo degli ultimi mesi e non esistono altre forze in grado di convergere il voto dei delusi del M5S, ma la fiducia é chiaramente in calo.

E DOMANI?

E’sempre difficile azzardare previsioni ma, sempre che le cose vadano avanti come son andate finora, ritengo che i voti che il M5S sta perdendo potrebbero principalmente tradursi in assenteismo elettorale, in secondo luogo “rientrare” nei partiti d’origine dei votanti M5S ed infine spalmarsi su certo numero di partitini derivanti dalla balcanizzazione del movimento. Il M5S potrebbe assestarsi come realtà d’opposizione smussando le proprie spigolosità e diventare un partito più simile agli altri, oppure accentuare le proprie caratteristiche peculiari e concentrarsi su uno zoccolo duro di fedelissimi. Tutto dipende da ciò che Grillo e Casaleggio faranno nei prossimi mesi: la mia impressione é che stiano già tentando silenziosamente di liberarsi di inutili fardelli propagandistici (1 vale 1, voto online, streaming inutili, scontrini ecc), salvo riecheggiarli di tanto in tanto per dipingere una supposta coerenza, ma dubito fortemente che vedremo mai la “totale trasparenza di bilancio” tanto promessa finora.

S’arriccerà o s’incasellerà ?

 

(Aggiornamento del 2014-02-24)

A nove mesi di distanza dalla pubblicazione iniziale di questo post la situazione interna del M5S apparentemente non si é evoluta. In questa fase di consolidamento abbiamo assistito allo scontato e calcolato alternarsi di urla e silenzi mediatici; ad un certo aumento di tolleranza verso le apparizioni in Tv dei parlamentari M5S; ad alcune occasioni in cui il mal di pancia dei parlamentari M5S nei confronti dei due leader del partito era palese ma non ha innescato alcunché; alla débâcle del M5S in diverse regioni che però sembra non aver intaccato il movimento nazionale; allo scemare della frenesia iniziale dei media nei riguardi del M5S; all’apparente allentamento delle espulsioni tra i parlamentari M5S, ora più preparate (sembra).

L’aspetto interessante di questa fase di consolidamento é la sua apparente monoliticità. Se ne deduce che all’atto della stesura originale del post erano state sottovalutate le pressioni che il gruppo parlamentare subisce dai due leader e dai simpatizzanti del partito. Evidentemente la mancanza d’esperienza sta giocando un fattore importante nell’impedire lo sviluppo di una critica aperta. Se le cose stanno così é chiaro tra i partecipanti/simpatizzanti del M5S non vi sono capacità abbastanza forti da sviluppare progetti politici autonomi. L’idea di una balcanizzazione del movimento va quindi fatta cadere.

 

(Aggiornamento del 2016-05-14)

Il M5S, fermo restando la totale dipendenza del partito dalla Casaleggio Associati,  si sta definitivamente incasellando. La morte di Gianroberto Casaleggio, il passaggio della Casaleggio Associati al figlio Davide,  il lento svicolarsi della figura di Grillo (che rivela con sempre maggior chiarezza la sua natura di mera maschera di facciata) e la morte per stillicidio di tutti i totem propagandistici che il M5S aveva lanciato con tanta veemenza, fan si che la creatura si mostri sempre più per quel che é: una versione subdolamente più esplicita del partito-azienda berlusconiano che segue una linea politica orientata marcatamente a destra cavalcando ed orientando malpancismi nazional-popolari senza mai mettere in discussione quelle forze e meccanismi di potere che esternamente finge di voler abbattere.

 

 

B-cyCEjIEAAVvXK.jpg-large.jpeg

 

 

(Aggiornamento del 2016-06-12)

Una nota inerente alla fiducia nel M5S: la lettura incrociata tra i risultati delle recenti elezioni amministrative ed i sondaggi politici nazionali evidenzia una frattura interessante: l’elevato consenso politico nazionale non riesce a tradursi (ancora?) in fiducia sulle capacità amministrative locali. Il voto locale può esser spiegato in gran parte dai metodi di selezione interna del M5S più interessati a selezionale i brandplacer in base alla loro fedeltà che alle loro competenze. Il voto nazionale invece merita maggior attenzione in quanto imputabile principalmente ad un calo di fiducia negli altri partiti che ha premiato il M5S per via della propagandata aderenza ad alcuni punti fissi (“niente alleanze”) e conseguente mantenimento dell’immagine di “partito diverso”. Ancora una volta risulta evidente quanto  tra realtà tangibile e realtà comunicata sia quest’ultima a farla da padrone nel panorama politico attuale.

 

 

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

One response to “Dove sta andando il Movimento Cinque Stelle?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: